LA SCAPIGLIATURA

La Scapigliatura

GENERE: CANTAUTORATO INDIE

BIOGRAFIA

La Scapigliatura è una band formata da Niccolò e Jacopo Bodini, due fratelli cremonesi che da sempre suonano insieme e scrivono le loro canzoni.
Nel 2014, dall’incontro con Mescal, nasce il progetto “La Scapigliatura” che prende forma negli undici brani che compongono l’omonimo album.
Nelle loro canzoni la tradizione cantautorale italiana viene rivisitata con un linguaggio ironico e ricco di riferimenti al pop e alla cultura alta, raccontando con fare cinematografico storie di pensieri e sequenze quotidiane dove le donne e le idee si intrecciano nel passaggio dall’adolescenza all’età adulta dei due autori.
L’ascolto è un viaggio musicale che, dalla canzone d’autore, passa per l’elettronica francese e le atmosfere suggestive del rock nord-europeo, ricreando paesaggi sonori di vasti orizzonti. Un background internazionale ed eclettico che riflette le esperienze di vita e lavoro della band: Jacopo musicista e filosofo, si esibisce sui palchi più intimi della Francia, dove sta conseguendo un dottorato di ricerca.
Niccolò, di poco più giovane, è studente in Giurisprudenza a Milano, dove è attivo da tempo nel campo dello spettacolo: ha collaborato con artisti come Morgan, LeLe Battista e Violante Placido; ha partecipato a “Chiedo Asilo” trasmissione musicale di Gaetano Cappa e Marco Drago, in onda su Radio 24; ha collaborato con Elisabetta Sgarbi presso la casa editrice Bompiani e al prestigioso festival “La Milanesiana”.
La Scapigliatura è stata premiata con la Targa Tenco 2015 per la miglior Opera Prima mentre nel 2016 album e band hanno ricevuto il Premio Lunezia.
Dal giorno della pubblicazione dell’album, decine e decine di concerti – conclusisi con il mini tour de “L’Ultimo Metrò”, con la partecipazione alla chitarra di Gigi Giancursi (ex Perturbazione) e alla batteria di Andrea Boeti – e quattro video / singoli: Margherita, Le Donne Degli Altri, Appassimento e L’Ultimo Metrò.

– Dopo più di un anno dedicato alla scrittura, alla registrazione e alla produzione dei nuovi brani, si festeggia il 1° nuovo singolo, ballando come “le zingare nel deserto” sulle note di «Ios Mykonos» (28 Giugno 2019), con presentazione in anteprima a Meraviglioso Modugno 2019; a seguire il duo elettro-cantatutorale ha dedicato al capoluogo meneghino «Rincontrarsi un giorno a Milano» feat. Arisa (24 Gennaio 2020), prima di consegnare alla rete il terzo tassello discografico che anticipa il nuovo album di inediti «Coolturale», atteso per il prossimo autunno (Mescal / Believe).

L’insostenibile leggerezza dell’indie è uscito Venerdi 27 Marzo in tutti i digital store; un anti-manifesto delle mode musicali, un brano ironico che gioca con le parole chiave dell’industria “coolturale” di oggi: leggero, istantaneo, indipendente, effimero, trasparente, orecchiabile, divertente sono diventati i nostri nuovi mantra.

GUARDA L’ULTIMO VIDEO

OFFICIAL STORE