CASA DEL VENTO

Casa del vento

GENERE: FOLK ROCK

BIOGRAFIA

Si chiama Mare di Mezzo la nuova canzone della Casa del Vento (prodotta da Mescal). Una canzone ispirata dall’omonima chitarra realizzata dal liutaio di Cortona Giulio Carlo Vecchini. Una chitarra che viene dal Mare Mediterraneo (Mare di Mezzo significa proprio Mediterraneo) e costruita con i legni dei barconi dei migranti arrivati a Lampedusa in questi anni.

MARE DI MEZZO della CASA DEL VENTO è presente in tutti gli store digitali da Venerdì 13 Marzo e il ricavato dalla vendita sarà interamente devoluto alla Ong MEDITERRANEA che si occupa del salvataggio di esseri umani nel Mar Mediterraneo.

Sempre da Venerdì 13 Marzo è disponibile anche il video!

La Casa del Vento, venuta a conoscenza dell’esistenza della chitarra, ha voluto darle voce raccontando di chi affronta un viaggio così rischioso e disperato nel Mediterraneo, di chi ha perso e continua a perdere la vita.

L’intento della Casa del Vento e di Mare di Mezzo è quello di suscitare riflessioni di umanità verso tutte le persone costrette a lasciare il proprio paese.

Per questo la band di Arezzo ha coinvolto moltissimi artisti, giornalisti, scrittori, personaggi della cultura, per divulgare al massimo questo messaggio, come Patti Smith, Simona Cavallari, Cecilia Strada, Pif, Modena City Ramblers, Bandabardò, Eugenio Finardi, Simone Cristicchi, che compaiono nel videoclip di Mare di Mezzo imbracciando la chitarra.

Molti altri hanno posato con la chitarra come Ascanio Celestini, Alessandro Benvenuti, Bobo Rondelli, Cisco, Carlos Santana, Noa,  Marc Ribot, Luca Barbarossa,  Punkreas, Vinicio Capossela, Bob Geldof, The Cyborgs, Verdena, Motta, Dubioza Kolektiv, Petra Magoni, Ferruccio Spinetti, Baustelle, Fausto Mesolella (Avion Travel), Dj Avicii, Shanazad Ismaily, Matti delle Giuncaie, Andrea Gozzi, Calcutta, Max Casacci (Subsonica), Cesare Petricich (Negrita), 88 Folli, Brunori Sas, Paolo Fresu, Orchestra Multietnica di Arezzo, Enrico Rava, Andrea Appino, Franz Ferdinand, Bugo, lo scrittore Carlo Lucarelli, Maurizio Landini (Segretario Generale CGIL) e i giornalisti Concita De Gregorio, Sandro Ruotolo, Massimo Gramellini, Maso Notarianni e Saverio Tommasi

La canzone, registrata da Andrea Rovacchi al Sonic Temple Studio di Parma, oltre alla Casa Del Vento vede la partecipazione di Simone Copellini alla tromba e piccolo,  Valentino Spaggiari al trombone  e Alberto Orlandi al corno francese.

Contemporaneamente all’uscita della canzone, presente da Venerdì 13 Marzo su tutte le piattaforme digitali, verrà consegnato alla rete anche il videoclip girato nelle spiagge di Follonica (GR) dal videomaker aretino Emanuele Mura che ha coinvolto oltre alla band, altri due giovani (fratello e sorella) di Arezzo: Abdou Diouf e Sokhna Diouf.

La Casa del Vento è abitata da:
Luca Lanzi, voce e chitarra acustica
Sauro Lanzi, pianoforte, fisarmonica, tromba, flauti
Francesco Moneti, chitarra elettrica, violino, mandolino, bouzuki
Andreas Petermann, violino
Fabrizio Morganti, batteria
Massimiliano Gregorio, basso

Discografia:
1999   Senza Bandiera (Autoprodotto)
2000   900 (Mescal / Universal)
2002   Pane e rose (Mescal / Sony)
2002   Genova chiama (Manifesto)
2003   Non in mio nome (Mescal / Sony)
2004   Al di là degli alberi (Mescal / Sony)
2005   Sessant’anni di Resistenza (Mescal / Sony)
2006   Il grande niente (Mescal / Emi)
2008   Il fuoco e la neve (Mescal / Emi)
2009   Articolo Uno (Mescal / Emi)
2011   Seeds in the wind (Emergency)
2012   Giorni dell’Eden (Mescal / Self)
2015   Semi nel vento (4 cd live+dvd) (Mescal / Believe)
2020   Mare di Mezzo (Mescal)

GUARDA L’ULTIMO VIDEO