SIMONE CRISTICCHISIMONE CRISTICCHI

Genere: Rock d’Autore
Ultimo Album: Abbi cura di me

 

 

 

BIOGRAFIA

Simone Cristicchi è cantautore, attore, scrittore, conduttore radiofonico. Con Sony Music nel 2005 pubblica il fortunatissimo singolo “Vorrei cantare come Biagio”, ironico e raffinato j’accuse all’industria discografica. La critica musicale si accorge di lui ed arriva una vera e propria pioggia di premi che ne fanno uno degli artisti italiani con più riconoscimenti tributati, di sempre: Premio Musicultura, Gaber, Carosone, Nielsen, Mei, Leone d’Argento di San Marco, Premio della critica di Musica e Dischi, Premio Lunezia.

- Nel 2006 pubblica il primo album Fabbricante di canzoni; il cd contiene anche un capolavoro: il duetto con Sergio Endrigo, Questo è Amore. L’album riceve critiche lusinghiere in Italia e all’estero. Il settimanale americano “Stylus Magazine” seleziona il disco come “album of the week” (non accadeva dal 2003 per un disco italiano); al Festival di Sanremo 2006 con il brano Che bella gente arriva la prestigiosa Targa Tenco con plebiscito della giuria di giornalisti.

- Il 2007 è l’anno della consacrazione con la vittoria al Festival di Sanremo grazie al brano Ti regalerò una rosa; oltre al Festival, vince anche il Premio della Critica. La canzone è figlia del suo spettacolo Teatro-­Canzone “C.I.M., Centro di igiene mentale”, del documentario e dell’album omonimi Dall’altra parte del cancello e del libro che supererà le 80.000 copie tanto da venir ristampato come Oscar Mondadori. Dopo un lunghissimo tour, nasce, dall’incontro con la musica popolare, un nuovo progetto: “Canti di vino, amore ed anarchia” accompagnato dal Coro dei Minatori di Santa Fiora; con lui sul palco, Andrea Camilleri, Laura Morante, Erri De Luca.

- Nel 2010 grande successo al Festival di Sanremo con Meno male, la vittoria del Premio Mogol e la stagione teatrale 2010/2011 che lo vede protagonista con “Li Romani in Russia” poema di Elia Marcelli. Un monologo dal forte impatto emotivo, che narra della tragica Campagna di Russia del 1941-­43. Sempre nel 2011, Premio Amnesty Italia per il brano Genova Brucia e la pubblicazione di un cofanetto edizione speciale di Santa Fiora Social Clube la colonna sonora per il film di Francesco Patierno “Cose dell’altro mondo”, presentato al Festival di Venezia.

- Nel Febbraio 2012 viene pubblicato da Mondadori il libro “Mio nonno è morto in guerra” che diverrà anche un nuovo spettacolo teatrale. Un vero e proprio affresco di vita e storie di soldati dell’esercito italiano, di partigiani e di civili, “vittime” della guerra e a Settembre supera le 200 repliche lo spettacolo “Li romani in Russia” e Cristicchi riceve il plauso del Presidente Giorgio Napolitano per il lavoro svolto a riguardo.

- Nel 2013 è tra i big di Sanremo con i brani Mi manchi e La prima volta (che sono morto) e relativa pubblicazione del quarto CD, dal titolo Album di famiglia e a seguire Cristicchi annuncia il suo 4° spettacolo teatrale, “Magazzino 18”, con la regia di Antonio Calenda (120 repliche e 80.000 spettatori, in scena fino al 2016).

- Il 1° Aprile 2015 l’artista debutta al Teatro Orfeo di Taranto con “La buona novella” di Fabrizio De André, per la prima volta eseguita in versione per orchestra sinfonica e coro e a seguire mette in scena “Il secondo Figlio di Dio”; è la storia vera di David Lazzaretti, chiamato “Il Cristo dell’Amiata” e “Il profeta dell’Arcidosso”: Mondadori pubblicherà, nel 2016, “Il secondo figlio di Dio – Vita e morte di David Lazzaretti, l’ultimo eretico”. Sui palchi di tutta Italia, in contemporanea, va in scena con successo anche “Esodo” sull’esodo istriano, fiumano e dalmata, che trae spunto dalla vicenda storica contenuta nello spettacolo “Magazzino 18”. A Novembre 2017 viene nominato direttore del Teatro Stabile d’Abruzzo.

- A Febbraio 2018 è ospite al Festival di Sanremo di Fabrizio Moro ed Ermal Meta interpretando il brano Non mi avete fatto niente (vincitore dell’edizione) con un toccante monologo introduttivo. Nel Novembre dello stesso anno prende il via il tour del nuovo spettacolo teatrale “Manuale di volo per uomo”, scritto da Cristicchi e Gabriele Ortenzi (con la collaborazione di Nicola Brunialti) e a Febbraio 2019 torna sul palco della 69ima edizione del Festival di Sanremo con il brano ABBI CURA DI ME, scritto assieme a Nicola Brunialti e Gabriele Ortenzi. Durante la kermesse avviene la pubblicazione dell’album ABBI CURA DI ME, la sua prima raccolta di successi, contenente due inediti tra cui l’omonimo brano e Lo chiederemo agli alberi. In concomitanza presenta il documentario indagine “HappyNext – Alla ricerca della felicità”.

- Simone Cristicchi e la sua band hanno inaugurato l’ABBI CURA DI ME TOUR partendo dal 1’ Maggio da Capannori (LU) per attraversare poi l’intera penisola durante tutta l’estate.